Cerca nel blog i post e gli argomenti di tuo interesse

Translate

mercoledì 19 ottobre 2011

Colonizzare la Luna: russi scoprono “ospitali” caverne

Di seguito posto un articolo che ha suscitato in me parecchie perplessità:

1) Perchè tutta questa corsa alla Luna, dopo tanti anni ? Prima gli americani con il lancio delle sonde gemelle, ora i russi che vogliono colonizzare....

2) Mi sembra di aver letto da quache parte che la Luna, al contrario della Terra, non presenta sul suo suolo Vulcani, tantè che i "terremoti" sulla Luna  si chiamano Lunamoti. E allora questi tunnel e caverne di lava VULCANICHE da dove traggono la loro origine?

3) ...

Se a Voi viene in mente qualcos'altro, commentate ...

STAR CITY (RUSSIA), 18 OTT – Scienziati russi e esploratori dello spazio stanno ipotizzando con sempre maggiore entusiasmo la possibilita' di costruire una colonia sulla Luna, dopo aver scoperto alcuni tunnel e caverne di lava di origine vulcanica.

Potrebbero costituire – secondo quanto ha riferito un veterano dello spazio, l'astronauta Sergei Krikalyov, che attualmente e' a capo del centro di addestramento spaziale russo Star City, non lontano da Mosca – un rifugio naturale per la prima colonia lunare. Gia' nel 2008 la sonda spaziale giapponese Selene (Kaguya, in giapponese) aveva individuato una profonda cavita' sul suolo lunare.


''Questa nuova scoperta secondo la quale la luna potrebbe avere un corpo attraversato da tunnel e cavita' laviche – ha detto Krikalyov durante una tavola rotonda – puo' cambiare in modo significativo il nostro approccio nei confronti della costruzione di una colonia lunare … Se sulla luna ci sono caverne e gallerie che possono offrire agli esseri umani protezione dalle radiazioni, dal freddo e da piogge di meteoriti, una colonia sul satellite della Terra potrebbe essere un obiettivo molto piu' interessante rispetto a quanto si ipotizzava prima''.

Durante il convegno sono state anche presentate immagini che rappresentano in via ipotetica un campo base con tanto di tende, in modo da aiutare i partecipanti all'incontro a immaginare le future basi lunari.

Fonte: Link

2 commenti:

ANGELO CICCARELLA ha detto...

A Viterbo si dice 'dopo li fochi' per indicare l'azione tardiva nei confronti di un dato problema o circostanza. Ebbene è quello in cui stanno incappando i Russi o i Giapponesi o ancora i Cinesi. La Luna non è più terra - scusa l'apparente contraddizione - di conquista per nessuno. Già si imballarono gli americani negli anni '50, e prima ancora i nazisti. Chi lo dice? Un fesso che sa e ha le prove, ma col cavolo che le mostra. Non mi interessa dimostrare quanto vado affermando, non ho sudditanze psicologiche di fronte alla scienza o ai potenti. Scandurra mi ha insegnato a fregarmene degli scettici di professione. Le persone di buona volontà e di mente aperta, o prima o poi, troveranno quello che cercano.
La Luna è fuori portata per tutti quelli che vogliono trarre profitti da eventuali risorse. L'universo è prodigo ma guai a chi ha sete di conquista.

Stella ha detto...

@ Angelo
sulle tue ultime parole stendo un velo di pietoso silenzio...qui mi pare che vi è la corsa alla conquista...ma di cosa poi? Della Luna? non direi proprio, soprattutto se diamo credito a chi dice che la Luna non è un satellite naturale ma è un satellite artificiale. Piuttosto tutti sono lanciati alla conquista di ben altro...ma come hai ben espresso tu l'Universo pone le sue "naturali" barriere...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...