Cerca nel blog i post e gli argomenti di tuo interesse

Translate

martedì 29 novembre 2011

ALLARME INFLUENZA, CREATO UN SUPERVIRUS CAPACE DI STERMINARE LA POPOLAZIONE

 

E' una variante geneticamente modificata dell'H5N1, responsabile dell'aviaria, in grado di trasmettersi molto più facilmente da uomo a uomo e potrebbe contagiare milioni di persone in tempi rapidissimi. I ricercatori che l'hanno prodotto vogliono che il loro lavoro sia pubblicato ma la comunità scientifica si oppone

Creato in laboratorio un supervirus dell'influenza, virtualmente capace di sterminare la popolazione. I ricercatori che l'hanno prodotto vogliono che il loro lavoro sia pubblicato, mettendo dunque nero su bianco come si può riuscire a ottenere un virus così contagioso e aggressivo. Ma la comunità scientifica si oppone alla pubblicazione, in tanti sollevano dubbi sull'opportunità dell'esperimento. E divampano le polemiche.
 

Maya: trovata una tavoletta con riferimento al 2012!

 
 
Gli archeologi dell'istituto nazionale di Antropologia e Storia hanno dichiarato che tra le rovine Maya sarebbe stato trovato un secondo riferimento alla nota apocalisse del 2012. 
 
L'Istituto avrebbe scoperto la data dell'apocalisse scolpita su un mattone nelle rovine di Comalcalco, nel sud del Messico. Si tratta di una prova che arricchisce l'unica trovata fino a questo momento, vale a dire una tavoletta di pietra trovata nel sito archeologico di Tortuguero, nello stato di Tabasco. Un portavoce dell'Istituto, Arturo Mendez, ha riferito che il frammento, conosciuto come "Mattone di Comalcalco" è stato trovato alcuni anni fa, ed è stato oggetto di uno studio approfondito. 

L'anomalia magnetica del lago Vostok


tratto da: Link
di YURI LEVERATTO -
2010

L’Antartide è il continente più remoto, più difficilmente accessibile e dal clima più estremo (fino a -89,2 gradi celsius!). 

Per sei mesi all’anno rimane nell’oscurità più completa, mentre durante l’estate australe, un sole pallido brilla vicino all’orizzonte. Senza contare la banchisa, le terre antartiche si estendono per un totale di ben 14 milioni di chilometri quadrati (l’Antartide è pertanto il quinto continente del mondo per estensione). 

Anche se l’esistenza stessa dell’Antartide era stata ipotizzata fin dall’antichità, e rappresentata in varie mappe del Medio Evo con il nome di Terra Australis Incognita, il continente fu avvistato per la prima volta solo il 27 gennaio 1820 dall’ufficiale della Marina imperiale russa Fabian Gottlieb von Bellingshausen, mentre il primo uomo che vi mise piede fu l’anglo-statunitense John Davis, il 7 febbraio 1821.

Nel 1908 il Regno Unito rivendicò la sua sovranità sulla porzione di Antartide che si estende dal Polo Sud al sessantesimo parallelo e dal meridiano 20 ovest fino al meridiano 80 ovest. Successivamente altre sette nazioni sovrane (Nuova Zelanda, Francia, Australia, Germania nazista, Norvegia, Cile, Argentina), hanno presentato delle richieste ufficiali agli organismi internazionali per ottenere la sovranità su altrettante porzioni di Antartide (la rivendicazione della Germania nazista sulla terra chiamata Nuova Svevia, perse ogni valore in seguito all’esito della seconda guerra mondiale).

Thrivemovement: IL MODELLO FONDAMENTALE

Introduzione


La natura sembra appoggiarsi ad un modello ricorrente per l'evoluzione della vita in tutte le scale, il toroide. E' un vortice di energia a forma di ciambella che potete vedere ovunque dagli atomi alle galassie e oltre.
Il toroide è il modo in cui la natura crea e sostiene la vita e può servire come modello della sostenibilità. La conoscenza di questo modello si trova già in tecnologie come ventole e propulsori, generatori ecologici, dispositivi della "nuova energia", sistemi di autodifesa non violenta e ci aiuta a comprendere meglio la natura del "campo unificato".

Il Toroide

I più pericolosi vulcani del mondo si stanno risvegliando





Etna in eruzione 

I vulcani sottomarini sono in aumento esponenziale. I tremori armonici sono anche su una ripida salita. Secondo alcuni geologi  (Geophysical Research Letters) è possibile che i recenti tsunami siano i precursori di un massiccio spostamento di placche tettoniche e di una super eruzione vulcanica che farebbe impallidire quello che è accaduto 74 mila anni addietro. Effettivamente proprio 74 mila anni fa una massiccia eruzione vulcanica del monte Toba, nell’isola di Sumatra, in quella che sembra la più grande eruzione vulcanica che si sia mai verificata, rilasciò una spaventosa quantità di 2.800 chilometri cubici di magma in atmosfera, lasciando uno spesso strato di cenere in tutto il Sud Asiatico.

Le nubi scure ridussero la temperatura mondiale in media di 8-10°C rispetto alle condizioni attuali e quasi l’80% degli esseri viventi, compresi gli esseri umani, morirono. Nonostante il 2012 sia ormai l’anno forse più citato in assoluto dall’umanità in merito a presunte profezie e al famoso lungo computo del calendario Maya, secondo alcuni geologi la prossima super eruzione potrebbe avvenire proprio il prossimo anno, e non certamente riferendosi al popolo dell’america centrale. Molti di loro sono interessati e stanno monitorando il Parco di Yellowstone, negli Stati Uniti, dove la crosta terrestre è molto sottile in termini geologici ed è considerata l’area più pericolosa al mondo.

SKA il radiotelescopio con 3000 antenne

 
SKA, da Square Kilometre Array, la più grande e sensibile rete di radiotelescopi mai concepita (disegno), con l’eccezionale superficie di raccolta dei segnali radio pari a un chilometro quadrato, ha fatto un altro passo verso la sua realizzazione: è nata ufficialmente il 23 novembre una società alla quale aderiscono i sette Paesi interessati al progetto. Questi sono Australia, Cina, Italia, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Sud Africa e Gran Bretagna. L’investimento finora deciso è di 69 milioni di euro, l’impegno complessivo a impresa compiuta dovrebbe essere di 1,5 miliardi di euro.

Nel prossimo anno si deciderà in quale Paese avrà sede il progetto e nel 2016 partirà la realizzazione. Il radiotelescopio sarà costituito da una rete di tremila antenne paraboliche.
Tra i temi di ricerca che impegneranno il nuovo gigantesco strumento spiccano la formazione ed evoluzione delle prime stelle e galassie dopo il Big Bang, il magnetismo cosmico, la natura della gravità e la ricerca di altre forme di vita nell’universo, eventualmente intelligenti.
Video con altre informazioni:
http://www.media.inaf.it/gallery/main.php/v/voci/radio/SPAZIO+211111.mp3.html
Fonte: Link

Risolto il mistero della mummia extraterrestre


Ormai è una prassi degli ultimi tempi, diffondere - senza verifica - notizie in pasto alla gente, così sensazionali che ormai sono diventate - purtroppo - una triste consuetudine.

L'ultima in ordine di tempo è quella della cosiddetta "mummia extraterrestre".

La notizia, veicolata sul web in primis da "Daily Mail" (sito non nuovo a dicerie simili) e poi ripresa anche da siti ufologici italiani, illustra l'informazione data dal presunto antropologo Renato Riquelme Davila, il quale asserisce di aver scoperto un "essere non umano" all'interno del Museo Antropologico Privato, una reliquia mummificata situata all'interno della struttura di Quispicanchi a Cuzco.

Renato Riquelme Dalva, inoltre, dichiara che l'essere è alto 50 centimetri, ha un cranio triangolare e tremendamente più grande del resto del corpo. Inoltre ha affermato che medici spagnoli e russi, venuti in loco per analizzarla, hanno asserito che era per davvero un essere non di questo mondo.

Arriva un terremoto? Un segnale ti avvisa (in anticipo)

 
Il Giornale Online
 
Sull’esempio del Giappone, anche l’Italia sperimenta per la prima volta un prototipo di allerta precoce dei sismi. Perché pochi secondi di vantaggio, prima di una scossa, possono cambiare tutto

di Daniela Cipolloni


Se non possiamo prevederli, i terremoti possiamo almeno batterli sul tempo. È quello che promette l’Early Warning System, un avanzatissimo sistema di allerta preventiva già utilizzato da alcuni anni in Giappone, Messico, Taiwan e recentemente in California. Ora anche l’Italia, uno dei paesi più sismici d’Europa, con un patrimonio artistico e architettonico inestimabile, raccoglie la sfida e prova a giocare d’anticipo. 
 
Il progetto, realizzato dalla Regione Campania, con l'Università Federico II di Napoli e il centro Amra di analisi e monitoraggio del rischio ambientale, è già in fase di test.“Una rete di 35 sismografi ad alta tecnologia sono stati dislocati lungo l’Appennino meridionale, tra Benevento e Potenza, in prossimità delle faglie attive che nel 1980 provocarono il terremoto dell’Irpinia”, spiega Aldo Zollo, professore di sismologia all’Università Federico II e responsabile del prototipo di Early Warning, in presentazione mercoledì 23 novembre durante la kermesse partenopea Futuro Remoto 2011: “Entro tre anni potremo passare alla fase operativa”.

venerdì 25 novembre 2011

Movimenti oculari e PNL Di: Robert Dilts

I movimenti oculari e le loro relazioni con i processi cognitivi sono una delle più importanti ed utili scoperte della PNL. Eccone una trattazione complete e puntuale redatta da Robert Dilts



Quella dei movimenti oculari come indicatori di specifici processi cognitivi è una delle più note scoperte della PNL, seppur controversa, e potenzialmente una delle più preziose. Secondo la PNL i movimenti oculari inconsci, o "segnali oculari d'accesso", spesso accompagnano particolari processi cognitivi, e indicano l'accesso e l'uso di particolari sistemi rappresentazionali. L'ipotesi che i movimenti oculari potessero essere in relazione con le rappresentazioni interne venne formulata per la prima volta dallo psicologo americano William James nel suo libro "Principles o Psychology" (1890, pagg. 193-195). Osservando che alcune forme di micromovimenti accompagnano sempre il pensiero, James scrisse:


Prestando attenzione ad un'idea o sensazione che appartiene ad una particolare sfera sensoriale, il movimento è l'aggiustamento dell'organo sensoriale, sentito come esso accade. Non posso pensare in termini visuali, o esempi, senza sentire un gioco fluttuante di pressioni, convergenze, divergenze ed accomodamenti nei miei bulbi oculari... Quando tento di ricordare o riflettere, i movimenti in questione... sembrano come una sorta di estraniamento dal mondo esterno. Da quel che posso capire, queste sensazioni sono dovute ad una rotazione verso l'esterno e verso l'alto dei bulbi oculari.

2012? LA RISPOSTA SI TROVA NEL CODICE DRESDA DEI MAYA

giovedì 24 novembre 2011

LA TEMPESTA DI SATURNO


La NASA ha rilasciato le nuove immagini della mega-tempesta che ha avvolto Saturno per piu' di sei mesi dall'inizio di quest'anno, diventando il più longevo sistema meteorologico mai osservato sul pianeta con gli anelli. La sonda Cassini, in orbita attorno al pianeta gassoso , e' stata la prima ad osservare un evento del genere cosi' da vicino. Precedentemente fenomeni simili erano stati studiati soltanto tramite telescopi. La tempesta che' e' stata rilevata il 5 Dicembre, 2010, si estendeva in tutto il pianeta dalla fine di gennaio, raggiungendo le dimensioni 9.000 miglia.

Tempeste di questo tipo, note come Grandi Macchie Bianche, tendono ad emergere ogni 2-3 decenni sul pianeta, per ragioni che restano tutt’ora misteriose. “La tempesta è più simile a un vulcano che a un sistema climatico terrestre“, ha detto in un comunicato Andrew Ingersoll, membro del team Cassini al Caltech di Pasadena. 

Sinestesia spazio-temporale: i signori del tempo

sinestesia tempo
Definire il tempo è sempre stato un grosso problema. E' una dimensione oltre alle 3 che conosciamo? E' lineare? E' ciclico? Alla fine, che diavolo è il tempo?
Sembra che però per alcuni individui, che rappresentano il 2,2% della popolazione mondiale, il tempo abbia meno segreti: ecco i cosidetti "Signori del Tempo".

La sinestesia è una condizione che consente a chi ne è dotato di avere una percezione sensoriale "distorta", in maniera tale da poter, per esempio, associare un colore ad un suono, o numeri ad un colore, o numeri ad un sapore. Uno degli esempi classici è il senso del tatto: toccando un oggetto, il sinesteta è in grado di percepire un'emozione. Non si tratta di poteri extrasensoriali, ma di un'associazione che normalmente il cervello non fa, ma che nel sinesteta sembra verificarsi di continuo per via del fatto che due differenti aree del cervello sembrano insolitamente collegate tra di loro.

La sinestesia non si verifica soltanto per i sensi tradizionali, ma in alcuni casi è collegata al tempo. Alcune persone sono in grado di percepire quella che è stata definita "la geografia del tempo".

Scoperti frammenti di Gondwana,il continente perduto!



SYDNEY - Scienziati australiani esplorando luoghi sconosciuti dell'Oceano Indiano hanno annunciato di aver scoperto frammenti di Gondwana il supercontinente generatosi durante il Neoproterozoico dall'aggregazione dei frammenti della Pangea, un supercontinente preesistente e scomparso nel Mesozoico. Dalla sua frammentazione sono nati gli attuali continenti dell'emisfero meridionale (Sudamerica, Africa, India, Antartide, Australia).
Secondo le analisi, le rocce di questi frammenti contengono fossili di creature abituate ad acque poco profonde, il che significa che queste rocce erano un tempo, al livello del mare o al di sopra, ha dichiarato Jo Whittaker, geofisico presso l'Università di Sydney.


La trasformazione

 
Loto Bianco
Ogni individuo porta in se una verità, ed è a questa verità che deve unirsi, è questa verità che deve vivere; è il cammino che seguirà per raggiungere e realizzare questa verità è lo stesso che lo porterà più vicino possibile alla Trasformazione. Ossia i due sono strettamente uniti: la realizzazione personale e la Trasformazione.
Loto Rosso
La chiave dell'enigma non è l'ascesa dell'uomo al cielo, ma la sua ascesa quaggiù, nello Spirito, e la discesa dello Spirito nella sua umanità ordinaria, una trasformazione della natura terrestre; è questo quello che l'umanità aspetta, una nuova nascita che coronerà la sua lunga marcia oscura e dolorosa, e non una salvezza post mortem.



Fede, sempre più fede! Fede nelle vostre possibilità, fede nel Potere operante dietro il velo, fede nell'opera che si deve compiere e nella Guida che vi è stata offerta.
Sri Aurobindo

Indice degli argomenti

I Limiti Esterni dell'Anima di Mark Gauvreau Judge

Il Giornale Online

Un numero crescente di addotti e di esperti che li trattano, dicono che le loro esperienze hanno a che fare col loro spazio interno, tanto quanto con lo spazio esterno.

La prima volta che Catherine è stata ipnotizzata, ha pianto. Ricordava la notte di diverse settimane prima, quando loro sono tornati ancora per lei e l'hanno presa dall'auto. Lei ha ricordato i piccoli corpi e gli occhi penetranti a mandorla. Ha ricordato l'interno della loro astronave, la dimensione di un hangar per aerei e le file e file di letti su ogni lato, la metà occupati da persone. Lei ricordava di essere svestita e il più alto che era al comando. Quello che la fissava negli occhi per calmarla.

"Lui prese questo lungo ago e lo mise dentro di me". "Potevo sentirlo tagliare, è servito molto tempo e non è stato piacevole. Quando lo tirò fuori c'era un feto con esso. Avevo questo senso di orgoglio da lui, tipo "Oh buona cosa, dovresti essere orgogliosa."

Catherine, una studente di 25 anni, ride nervosamente. Sono passati due anni dall'esperienza, ma lei è ancora esitante e imbarazzata nel descriverla. Afferma ancora che è diverso rispetto al giorno della sua prima regressione ipnotica, quando le memorie hanno iniziato ad emergere. "Non potevo credere all'intensità di quello che sentivo. Stavo singhiozzando come quando ero bambina, singhiozzavo istericamente. Anche se potessi ignorare tutto come fosse una fantasia o qualche illusione, non posso negare l'intensità della sensazione di terrore. Con un'esperienza come questa, la tua base di realtà viene sconvolta."

La Fisica di Dio di Sabato Scala e Fiammetta Bianchi


Dalle dinamiche della Mente e del Cosmo il potere di creare la tua realtà 


In ambito di incredibili scoperte come il superamento della velocità della luce, arriva La Fisica di Dio di Sabato Scala e Fiammetta Bianchi che ci rivela con estrema semplicità il funzionamento del campo energetico intelligente attraverso un nuovo, facile e rivoluzionario metodo che supera la complessità della fisica dei quanti.


Questo libro offre a tutti la chiave per accedere ai segreti dell’Universo, dell’Uomo e della Vita e quindi, a chi è in grado di accettare tale responsabilità, la possibilità di influenzare la propria realtà in ogni forma possibile, grazie alla conferma scientifica dell’esistenza di un collegamento tra l’Uomo e la Fonte Originaria del Progetto Creativo che permette di avere una nuova consapevolezza.


Partendo dalla Teoria di Unificazione del fisico tedesco Burkhard Heim, i due autori hanno ampliato, arricchito e formulato la più innovativa delle Teorie del Tutto dell’odierno panorama scientifico internazionale. 

Amrir di Maya - Nuovi messaggi dalle Pleiadi - Autore: Davide Russo Diesi


Un libro che nasce dall’esperienza di premorte dell’autore Davide Russo Diesi e parla dei contatti vissuti da lui in prima persona con altre forme di vita. Le sue esperienze aiutano il lettore a comprendere alcuni aspetti dell’Universo ancora ignoti.


L’autore raccontando la sua storia  tocca diverse tematiche delicate, ma soprattutto rende note alcune profezie e rivelazioni utili a ciascuno di noi.


La prima verità che impareremo da questo testo è che non siamo soli nell’Universo, verremo accompagnati per il cammino che ci porterà a considerare la nostra vita da una prospettiva diversa e con un maggiore livello di consapevolezza.


Torneremo a riconoscere la vera fonte della nostra energia ad accogliere la spiritualità e soprattutto quella parte divina che vive e cresce in evoluzione dentro ciascuno di noi.

David Bohm: l’Universo come ologramma

 

Ordini nascosti e Realta’ svelate

Una delle affermazioni piu’ sorprendenti di Bohm e’ che la realta’ tangibile della nostra vita quotidiana e’ in effetti una qualche specie di illusione, come un’immagine olografica. Al di sotto si essa esiste un ordine piu’ profondo di esistenza, un vasto e piu’ primario livello di realta’che origina tutti gli oggetti e cio’ che appare nel nostro mondo fisico abituale, in modo analogo con cui un pezzo di pellicola olografica crea un ologramma. Bohm battezza questo profondo livello di realta’ ordine implicato, ove la parola “implicato” ha il significato di “nascosto”.

Sceglie di usare queste specifiche parole perche’ ritiene di vedere che la manifestazione di tutti gli oggetti e tutte le forme nell’Universo sono il risultato di infiniti processi di “uscita” e “rientro” tra questi due livelli di ordine. Per esempio, Bohm e’ convinto che l’elettrone non sia semplicemente una mera “cosa”, ma una “totalita’ ” che si nasconde attraverso l’intero spazio. 

Quando uno strumento rivela la presenza di un singolo elettrone, lo fa semplicemente perche’ un aspetto peculiare dell’elettrone si svela, in modo simile allo svelarsi in uno specifico punto della goccia d’inchiostro immersa nella glicerina. Quando poi un elettrone pare muoversi, si verifica in effetti una sequenza di “emersioni” ed “immersioni” tra i due livelli di ordine.

lunedì 21 novembre 2011

Lo Yogi di Fuoco di Tanjore – di Enrico Baccarini©

 


Per vedere il Video Clicca Qui... 
Lo Yogi di fuoco di Tanjore, il 63enne Rambhauswami, è un maestro Yoga indiano che ha acquisito la straordinaria capacità di utilizzare una tecnica di respirazione per entrare in unione, o comunione, con il fuoco. Le sue capacità rientrano all’interno delle Siddhi ovvero quei “poteri spirituali” o “abilità psichiche” raggiunti attraverso il perfezionamento mistico per mezzo di pratiche ascetiche e meditative. Nel caso specifico lo ‘Yogi di Fuoco’ ha raggiunto una Siddhi definita Siddhi vasitva ovvero il controllo delle forze naturali.

Lo yogi entra in meditazione profonda e prepara il fuoco sacro dentro cui entrerà. Osservando attentamente le immagini del video si vede come le fiamme lambiscano e tocchino il suo corpo e per quanto vi sia un contatto diretto lo Yogi rimane del tutto illeso. Il calore sprigionato sarebbe in grado di bruciare qualsiasi cosa si trovasse nelle sue immediate vicinanze.

Cina: Mistero nel deserto

Delle persone che monitorano costantemente Google Earth, sorvolando il deserto cinese, si sono imbattute, per caso, in una imamgine molto strana. La figura sembra formata da solchi scavati sopra il terreno della zona. Alcuni di essi sembrano essere fatti di un materiale color bianco/argento. 



Considerando che queste formazioni possono essere osservate dal satellite, non sorprende che il caso abbia fatto incuriosire più di qualcuno. Sarebbero una sorta di griglie per l’allineamento o il puntamento delle armi spaziali? In una delle foto, si possono chiarmanete vedere delle strutture a griglia distrutte o ancora parzialmente in piedi come se servissero da bersaglio.


L’immagine più strana è quella delle griglie intersecate, la struttura copre un’area di circa 30 km. L’altra figura che assomiglia a una sorta di griglia di targeting, è costituita di anelli concentrici formati da quelle che sembrano strutture che si irradiano dal centro. Ci sono degli aerei posti al centro del cerchio. Non ho idea di cosa sia, ma mi ricorda il metodo utilizzato dai militari per verificare il raggio d’azione di una data bomba dal punto di impatto.

Uno psicologo americano smentirebbe la teoria delle Abduction

Ho deciso di pubblicare questo articolo per onorare lo spirito di questo blog, che è quello di fornire articoli anche in antitesi tra loro per poter fare in modo che possa nascere il proprio personale pensiero e/o opinione. La mia opinione in  questo contesto è poco importante, ma ritengo questo studio settorizzato ad una piccola porzione di realtà. Stella
 
Possessioni demoniache, esperienze extracorporee, rapimenti di alieni: nessuno finora ha mai saputo trovare una spiegazione soddisfacente a tutto questo. C’è del vero o chi racconta questi fatti è irrimediabilmente un ciarlatano? 
 
Oggi, secondo uno studio pubblicato sulleSleep Medicine Reviews, si scopre che demoni e presenze maligne potrebbero essere il frutto niente affatto sovrannaturale di un disturbo del sonno poco conosciuto, la paralisi ipnagogica.

Brian Sharpless, psicologo dell’università della Pennsylvania, si è messo a rivedere i dati di 35 ricerche sul tema condotte negli ultimi 50 anni, che hanno coinvolto oltre 36mila persone in tutto il mondo. 
 
Sharpless voleva capire innanzitutto quanto è comune la paralisi ipnagogica, una condizione che si verifica più spesso nelle fasi di addormentamento o di risveglio nella quale i muscoli volontari sono paralizzati, mentre i movimenti oculari e respiratori restano intatti; nei pochi minuti di paralisi che ai pazienti sembrano eterni è come se il corpo fosse già entrato o ancora immerso in una condizione di assoluto riposo, mentre il cervello è già sveglio e attivo.
 

Neutrini piu' veloci dell luce,un nuovo test lo conferma!

 
Neutrini più veloci della luce? Dopo l’annuncio clamoroso del 23 settembre, il team dell’esperimento Opera in collaborazione tra Cern e Gran Sasso (disegno) ha cercato rapidamente di raffinare le misure per sottoporre i propri risultati a un controllo più rigoroso. 
 
Uno dei problemi era che il “pacchetto” di neutrini in partenza da Ginevra era piuttosto esteso, e non si poteva sapere, ovviamente, se i neutrini intercettati al Gran Sasso appartenessero alla “testa” o alla “coda” del pacchetto. 
 
Anche la distanza di tempo tra l’emissione dei pacchetti era piuttosto piccola, tale da suscitare qualche dubbio. Questi due fattori di incertezza sono stati drasticamente ridotti e i primi risultati confermano l’annuncio di due mesi fa: 20 neutrini osservati al Gran Sasso con il test migliorato indicano effettivamente una velocità superluminale. 

RFID Chip: Capacità di uccidere a distanza, implementata

 
 
Gli eventi precipitano e occorre restare saldi, e ricordarsi che uno dei fini ultimi di chi ci governa sembra sia quello di impiantare microchip in ogni essere umano. Girate queste informazioni a tutte le persone che conoscete.

dal blog neovitruvian
Pubblicizzato come la soluzione per eliminare il furto di identità, recuperare il portamonete perduto, e per una serie di altre violazioni, il chip “all-inclusive” di tracciamento RFID impiantabile si sta facendo strada verso il diffuso utilizzo umano. Notizie recenti, indicano che un chip RFID, in grado di uccidere gli esseri umani sia stato inventato.

Semplicemente non si nega il fatto che “i poteri forti” stiano lavorando per microchippare tutta l’umanità. Innumerevoli notizie, comprese quelle mostrate nella seguente clip di YouTube, parlano apertamente del microchip progettato per l’innesto umano:

giovedì 17 novembre 2011

CONTATTI CON ESSERI DI ALTRI MONDI: STIAMO FACENDO DEL MALE ALLA TERRA

GLI SCIENZIATI POSSONO "COMUNICARE" CON LE CELLULE DI LIEVITO


Probabilmente è il sogno proibito di tutti gli scienziati del mondo: piegare alla propria volontà quella misteriosa macchina che è la vita. Un gruppo internazionali di ricercatori (studio pubblicato sulla rivista Nature Biotechnology), sono riusciti a creare un legame tra il computer, il lievito è la luce. Lampi di luce su due diverse tonalità di rosso hanno permesso di avviare e fermare questa espressione genica.

mercoledì 16 novembre 2011

IMPONENTE STRUTTURA “MONOLITE” SU PHOBOS, UNA DELLE 2 LUNE DI MARTE

IMPONENTE STRUTTURA “MONOLITE” SU PHOBOS, UNA DELLE 2 LUNE DI MARTE

 
Dell’esistenza di questa eccezionale anomalia in realtà si sapeva da anni, solo che come spesso accade il grande pubblico viene a conoscienza di queste cose solo se un personaggio pubblico famoso le porta alla ribalta, come in questo caso grazie a Buzz Aldrin. Effettivamente su Phobos la principale delle due lune marziane, esiste un’imponente struttura a “colonna”, probabilmente a pianta “squadrata” , che ha davvero ben poco di simile in natura nel Sistema Solare. E’ davvero sorprendente trovare un oggetto simile dove non dovrebbe esistere la civilità, ed è davvero improbabile che il caso lo abbia costruito proprio lì, soprattutto considerando le caratteristiche fisiche polverose del piccolo sasso cosmico orbitante intorno a Marte.

 
C’è chi sostiene che sulla Terra ci siano simili conformazioni naturali, ad esempio in Australia, ma a questi andrebbe spiegato che i fenomeni fisici che portano a codesti risultati qui da noi, in teoria è piuttosto improbabile si siano verificati su Phobos, e se bisogna per forza adottare razionalmente una sconosciuta spiegazione naturale per tale anomalia, infondo è pure piuttosto lecito chidersi se ne possa esistere davvero una. Le stranezze di questa regione del cosmo sono innumerevoli, soprattutto su Marte ci sono cose che sfidano davvero il buon senso dei più scettici, tanto che per approfondire adeguatamente basterebbe a malapena un sito specializzato.

Il comportamento convulso del sole sconcerta gli scienziati di tutto il mondo!




14 Novembre 2011 - Gli scienziati di tutto il mondo sono ancora sconcertati per l'insolita attivita' che sta interessando la superficie solare,non ci sono stati forti brillamenti solari negli ultimi giorni,tuttavia un attivita' impressionante e' in corso sulla superficie solare. 
Un enorme muro di plasma domina l'orizzonte sud-orientale della nostra stella.Nei forum brulica di commenti su questo insolito e raro fenomeno che sgomenta gli scienziati,un filamento di plasma che si estende per circa un milione di chilometri, pari circa a tre volte la distanza terra luna,crea questa protuberanza che se dovesse diventare instabile potrebbe collassare sulla superficie solare provocando quello che gli scienziati definiscono Flare Hyder, nessuno puo' prevedere se il crollo di una cosi imponente struttura plasmatica possa colpire la terra con scenari inimmaginabili.

Estinzione di animali: 20 capodogli si arenano in Tasmania!


 
 
12 Novembre 2011 - Australia - 
 
20 capodogli sono stati rinvenuti senza vita  lungo le coste occidentali della Tasmania, esperti del dipartimento di scienze naturali stanno tentando di salvarne almeno 4 che si trovano in acque piu' alte ma le avverse condizioni del mare hanno impedito al team di esperti di poter soccorrere i 4 capodogli ancora in vita, il macrabo rirovamento e' avvenuto nella localita costiera di Ocean Beach vicino a Straham.

Antichi "castelli del deserto" scoperti in Libia

castelli Sahara
 
I ricercatori della University of Leicester hanno recentemente scoperto nel deserto del Sahara i resti di antiche fortezze appartenute ad una civiltà perduta vissuta in Libia un paio di millenni fa, i Garamanti.

I "castelli nella sabbia" si trovano a circa 1.000 km a sud da Tripoli, e si sono conservati in ottimo stato. "Siamo rimasti sorpresi nel vedere il livello di conservazione" spiega David Mattingly, leader della spedizione che già nei primi mesi del 2011 aveva intuito la presenza delle fortezze. "Nonostante le mura abbiano subito dei crolli principalmente a causa dell'erosione del vento, sono ancora alte 3-4 metri".

Inizialmente i siti erano stati scambiati per forti romani per via della loro struttura geometrica, ma la posizione e la presenza di cimiteri e campi coltivati ha fatto cambiare opinione agli archeologi.

La grande estinzione dei felini, in 15 anni non ci saranno piu'!




Allarme di scienziati e ambientalisti: migliaia di esemplari spariti di recente, i felini delle savane a rischio estinzione. Anche il re della foresta vittima di uccisioni indiscriminate e di un ambiente sempre più ostile.
 
QUANDO il re muore, non è detto che i sudditi gioiscano. Il declino di leoni e altri grandi felini è tutt’altro che una buona notizia per gli altri abitanti di praterie o foreste. Negli ultimi 20 anni, secondo i dati dell’International Union for Conservation of Nature (Iucn), sono scomparsi il 30 per cento dei leoni e oggi ne sono rimasti meno di 40mila in libertà. Sono infatti rari gli animali che vivono al di fuori di riserve, parchi nazionali e zoo, in regni troppo sminuzzati per mantenere alto il potere dei loro sovrani.

LA POPOLAZIONE DEI LEOPARDI

si è ridotta di 50mila su 750mila. Di ghepardi un tempo se ne contavano 45mila mentre oggi 12mila mancano all’appello. Né la loro uniformità genetica, come nelle famiglie troppo piccole in cui gli individui si incrociano fra loro, fa ben sperare per la salute degli esemplari del futuro.
 
Le tigri sono ridotte a poche migliaia rispetto alle 50mila di mezzo secolo fa. 

Ultimo rantolo della dualità






                                                               


Ultimo rantolo della dualità

21  agosto 2011                                                                                                   

Messaggio dell'11 agosto 2011
Traduzione di Magda Cermelli

Mercati azionari; l’impero mediatico di Murdoch; difficile situazione dei Somali; rivolte in Inghilterra; Congresso degli USA; ultimo rantolo della dualità; il Presidente Americano Obama; preparazione degli operatori di luce, missioni; cambiamenti imminenti; aspetti dell’Età dell’Oro; spiegazione delle densità; aiutanti invisibili.

1. Questo è Matthew, con amorevoli saluti da tutte le anime in questa stazione. Per parecchi decenni ci sono stati così pochi segni che la vita della Terra veniva salvata che nessuno aveva idea che qualcosa di importante e senza precedenti era in atto. Tuttavia, il primo decennio di  questo millennio è stato pieno di eventi che hanno spinto le persone ad iniziare ad unire i puntini, per così dire, ed i segni che importanti cambiamenti sono in corso sono ormai inconfondibili.


La verità sugli UFO, sarà presto svelata - di Fabio Arrigoni

Lo afferma Stanton Friedman, uno degli scienziati più riconosciuti in ambito ufologico

Guarda la Gallery Clicca Qui...

Secondo il fisico Stanton Friedman, i governi hanno nascosto l'esistenza degli extraterrestri. Lo scienziato sostiene che la "verità" circa l'esistenza degli alieni sarà rilasciata a breve e diventerà un Watergate Cosmico e spiega perché non sono state rese pubbliche le prove: una cospirazione internazionale che...

Secondo il fisico Stanton Friedman, i governi hanno nascosto l'esistenza degli extraterrestri. Lo scienziato sostiene che la "verità" circa l'esistenza degli alieni sarà rilasciata a breve e diventerà un "Watergate Cosmico". Il noto ricercatore, che ha lavorato per decenni nello sviluppo di razzi per alcune delle agenzie spaziali del mondo, afferma senza ombra di dubbio, che gli alieni esistono e da lungo tempo sono presenti sul nostro pianeta, e che molto presto la verità verrà a galla. 

Nuova Zelanda: spiaggiate centinaia di creature marine "non identificate"





creature_newzeland 

È mistero sulle spiagge di Lyall Bay, in Nuova Zelanda, dove nei pressi di Wellington sono state ritrovate strane creature marine, che si sono spiaggiate sulla baia. Del tutto sconosciuti, i cadaveri di tali animali hanno letteralmente riempito la costa antistante.

A rivelarlo è stato il Dominion Post. Trasparenti, con una forma allungata e grossi occhi neri, gli strani animali hanno già destato curiosità e forse anche un po' di timore. E mentre c'è chi non esita a definirle creature aliene, gli esperti si interrogano sulla loro natura.

Secondo Lisa Bryant, dottoranda presso la Victoria University, potrebbe trattarsi di numerosi esemplari di Australis Themisto, una specie che fino ad ora viveva esclusivamente nella zona costiera della Nuova Zelanda. Alcuni branchi dunque si sarebbero lentamente spiaggiati mentre altri potrebbero essersi spostati in altre zone, raggiungendo paesi come il Canada e addirittura l'Inghilterra. Si tratta di temibili predatori e divoratori di plancton.

Quei Boeing della compagnia che non c’è

Quei Boeing della compagnia che non c’è


La missione è trasportare tecnici in basi dove sono sviluppate armi ad alta tecnologia.

LAS VEGAS – È la compagnia senza nome. Vola solo in posti segreti ed ha il suo quartier generale in un luogo che adora esibire. Las Vegas, la città del divertimento. Il suo terminal è a poche centinaia di metri dagli hotel Luxor e Mandalay. Alla fine della Diablo Road, si incrocia la S. Haven, una striscia d’asfalto che fila lungo recinzione che protegge l’aeroporto McCarran. Lì su un piazzale sono parcheggiati i jet. Sono gli aerei della «Janet». Ma Janet non è una sigla ufficiale, piuttosto un nomignolo forse nato dal codice radio usato. Tanti misteri sono giustificati dalle rotte della compagnia.

Brevettato il teletrasporto

Sembra incredibile, ma mentre tutti ci chiediamo se siano possibili viaggi alla Star Trek qualcuno ha pensato bene di brevettare il modo per farlo!

La notizia mi ha sconvolto non solo per la portata dell’argomento, ma anche e soprattutto perché i termini usati nel brevetto non li capisco e dubito che riuscirò a farlo nei prossimi 100 anni.

Ma sono sicuro che tra i miei lettori la maggioranza è esperta di iperspazio e curvatura spazio-tempo, quindi non mi resta che augurarvi buona lettura…


Sistema completo di teletrasporto per corpi
United States Patent Application    20060071122
Kind Code    A1
St. Clair, John Quincy     6 aprile 2006
 
Sommario
Generatore di onde gravitazionali ad impulsi che teletrasporta un essere umano attraverso l'iperspazio da una posizione all'altra.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...