Cerca nel blog i post e gli argomenti di tuo interesse

Translate

venerdì 30 settembre 2011

Ultimamente troppe esercitazioni,per eventuali catastrofi?


Dal 3 al 10 ottobre 2011 la Svizzera svolge un'esercitazione simulata (SimEX) a Kriens LU. In questo modo tiene conto delle direttive dell'UN INSARAG (United Nations International Search and Rescue Advisory Group), secondo cui le squadre di soccorso che operano a livello internazionale devono effettuare regolarmente esercitazioni per essere in grado di far fronte alle esigenze in caso di interventi dovuti a terremoti e altre catastrofi ingenti.

L'esercitazione internazionale in caso di catastrofe è organizzata dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) in stretta collaborazione con il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS). Prevede una combinazione di esercizi di stato maggiore virtuali ed elementi operativi.

America impone No-fly-zone sulla Luna

 

Sembra uno scherzo, ma non è così.
 
Gli americani stavolta hanno deciso di imporre una no-fly-zone sulla Luna e più specificamente nei pressi dei luoghi di sbarco dell’Apollo ed altre zone, tra cui il lato oscuro della Luna.

Le motivazioni sembrano essere quelle di preservare e proteggere questi siti storici, ma forse anche nascondere qualcosa. Secondo la rivista Science i siti delle missioni Apollo 11 e 17 sono off-limits con una percorso base di 75 per 225 metri da ogni luogo di allunaggio. Peccato (per loro) che dal 1967 è in vigore l'Outer Space Treaty, un trattato che disciplina le attività degli Stati nell'esplorazione e nell'uso dello spazio esterno, compresi la luna e altri corpi celesti, adottato all’unanimità da tutto il Mondo. Ciò significa che NESSUNO può avanzare pretese o imporre una qualsiasi azione unilaterale su un corpo celeste e questo è scritto a chiare lettere sull’articolo 2 che così recita:


Articolo II Lo spazio extra-atmosferico, compresi la luna e altri corpi celesti, non è soggetto a pretese di appropriazione nazionale di sovranità, per mezzo di uso o di occupazione, o da qualsiasi altro mezzo.

La sonda Keplero alla ricerca di nuovi pianeti "abitabili"


L'osservatorio orbitante Keplero è specificamente progettato per trovare pianeti simili alla Terra intorno a stelle vicine.

All'inizio di quest'anno, il team di Keplero ha rilasciato i dati della prima missione durata 136 giorni, i quali si sono rivelati un vero e proprio jackpot. In quel periodo Keplero guardò circa 150.000 stelle bersaglio e trovò prove per 1.235 esopianeti potenziali. Un bel bottino questo.


Da allora, la maggior parte del lavoro su questo database è stato quello di identificare le caratteristiche di tutti questi pianeti extrasolari.
Ma, un tale insieme di dati di grandi dimensioni permette anche di effettuare analisi statistiche, da cui possono essere fatte delle proiezioni.

Wesley Traub del California Institute of Technology di Pasadena (vedi curriculum su sito NASA) ha rivelato i dati di tale studio. Traub ha guardato solo le stelle che sono più simili al Sole, cioè quelle con classificazione F, G o K.

I risultati sono chiari. Traub afferma che i pianeti di medie dimensioni hanno le stesse probabilità di essere trovati attorno a deboli stelle e su quelle luminose. Di contrasto, molti piccoli pianeti appaiono attorno a stelle deboli. Questo è quasi certamente dovuto al fatto che i piccoli pianeti sono più difficili da vedere.

Ricercatori sviluppano nuova forma di vita fatta di metallo



Abbiamo tutti familiarità con l'idea di forme di vita metalliche come robot senzienti, ma da qualche parte là fuori, la vita metallica può realmente essersi evoluta, proprio come la vita organica qui sulla Terra. Un gruppo di ricerca scozzese ha tirato fuori le prove sulla possibilità di creare cellule sintetiche che si riproducono e si evolvono, interamente realizzate in metallo.

Non esiste nessun motivo per cui forme di vita metalliche non possano esistere, è solo che non ne abbiamo incontrata nessuna e nessuno è sicuro di come avrebbero funzionato. Per dimostrare che si tratta di un qualcosa di fisicamente possibile, un team di ricerca dell'Università di Glasgow ha creato alcune cellule - simili a bolle - chiamate "iCHELLs", composte di elementi metallici come il tungsteno legati con l'ossigeno e il fosforo. Queste bolle possono auto-assemblarsi ed esibiscono molte delle stesse proprietà che permettono alle cellule organiche di fare quello che fanno, tra cui una struttura interna e una membrana esterna selettivamente porosa, che permette ad altre molecole di attraversarle. Potrebbe anche essere possibile selezionare le cellule metalliche fino a farle produrre fotosintesi.

IL MESSICO RILASCERÀ CODICI, MANUFATTI E DOCUMENTI SIGNIFICATIVI CHE EVIDENZIANO IL CONTATTO TRA I MAYA E GLI EXTRATERRESTRI

Un nuovo documentario sulla civiltà Maya fornirà la prova del contatto extraterrestre con l'antica cultura maya, secondo quanto ha dichiarato un funzionario del governo messicano e produttore del film. In "Revelations of the Mayans 2012 and Beyond", attualmente in produzione, si affermerà che i Maya hanno avuto contatti con gli extraterrestri

 
Pittogramma che annuncia il ritorno di Kukulkan nel 2012

Il Messico rilascerà codici, manufatti e documenti significativi che evidenziano il contatto tra i Maya e gli extraterrestri, e tutte queste informazioni saranno confermate dagli archeologi", ha detto Julia-Levy, figlio dell'attore Raul Julia. In un comunicato al TheWrap, Luis Augusto Garcia Rosado, Ministro del turismo dello lo stato messicano di Campeche, ha detto che sono emerse nuove prove "del contatto tra i Maya e gli extraterrestri, supportato dalle traduzioni di alcuni codici, che il governo ha mantenuto al sicuro nei propri sotterranei per diverso tempo."

Nella conversazione telefonica, ha anche parlato di "un'area di atterraggio nella giungla antica di 3000 anni."

Che ne sai di una balena in un campo di grano?



 








Il mistero dei cetacei spiaggiati in piena campagna inglese

Davvero gli studiosi stanno facendo fatica a capire come possa una balena essersi spiaggiata ad oltre 700 metri da qualsiasi costa: accade in Inghilterra e non è nemmeno il primo caso, per cui davvero si tratta di un piccolo grande mistero; che diventa ancora più grande se si pensa che quelle balene, oltre a non dover essere ovviamente su di un prato, non dovrebbero essere nemmeno lontanamente in Inghilterra.


LA BALENA NEL GRANO – Il Daily Mail riporta qualche foto.

giovedì 29 settembre 2011

ECHI DI LEMURIA di Daniela Bortoluzzi






Nella Roma antica, veniva detto "Lemuria" un rituale celebrato ogni anno a maggio dal capofamiglia, per placare gli spiriti dei defunti. Lemuria era anche il nome con cui i Romani chiamavano una grande isola oltre il Mare dell'Estremo Oriente.

Dopo la sua scomparsa, divenne la dimora delle anime tormentate, il cui rito espiatorio fu instaurato da Romolo per riparare all'assassinio di Remo.

Secondo alcuni studiosi, il termine MU è spesso in relazione alla fondazione di una civiltà. E visto che i due gemelli sono stati accettati come fondatori di Roma, non si può fingere di non vedere che i loro nomi - in latino - sono pronunciati con l'accento sulla seconda sillaba: RoMUlus e ReMUs...

All'inizio del XIX secolo, quando i biologi inglesi stavano iniziando a classificare i mammiferi, decisero di applicare l'antico termine "lemur" per identificare alcuni primati di grandi dimensioni scoperti in Madagascar, in quanto queste creature dai grandi occhi, ricordavano gli spettri lemuri del mito romano...

In seguito, quando furono trovati dei lemuri anche in India e in Malesia, fu teorizzato che il continente indiano fosse anticamente collegato a queste terre prima di inabissarsi.

Benché gli oceanografi abbiano accertato che tale presunto continente non sia mai esistito, le tradizioni orali dei popoli del Pacifico mantengono una leggenda inquietante che narra d'una patria ancestrale sparita nel nulla, i cui semi di civiltà furono impiantati nella civiltà moderna...

STORIA DEI DRUIDI



Molti studiosi affermano che i Druidi provenissero da Atlantide, prima che essa scomparse a seguito di una guerra tra la magia bianca e la magia nera, altri sostengono che i Druidi erano il risultato di una fusione con i celti. La cosa più interessante nella loro storia è che le loro pratiche hanno notevoli somiglianze con quelle degli Indiani d'America. I primi scritti sui Druidi provengono dall'epoca romana, da Giulio Cesare, attorno al 52 a.c. A quel tempo i Druidi erano presenti nella Gallia, nella Valle Padana, in Inghilterra e in Irlanda. Anche se è chiaro che la loro esistenza è ancora più remota, purtroppo non è rimasta traccia alcuna sulla loro nascita. E' molto difficile oggi ricostruire l'ordine dottrinale, mistico, magico e l'insieme di conoscenze scientifiche e tradizioni possedute dagli antichi Druidi. Essi, infatti, non ci hanno trasmesso nulla di codificato, e la quasi totalità della loro dottrina è andata perduta con la morte dell'ultimo di essi. Tuttavia, attraverso un'analisi di alcune fonti, manoscritti di età cristiana e folklore nordeuropeo, si è riusciti, negli ultimi due secoli, a dipingere un quadro generale estremamente interessante.

 

LE VETRATE GOTICHE :UNA FORMULA SEGRETA




Le vetrate gotiche che tutti ammiriamo presentano dei misteri: il vetro utilizzato è molto particolare, e alcuni pensano che la realizzazione delle vetrate abbia a che fare con l'alchimia.

Nelle abbazie cistercensi le vetrate sono in genere di colore bianco e traslucido. I religiosi dovevano captare l’essenza della vocazione cristiana e un’eccessiva ricchezza di decorazioni avrebbe rischiato di distorglierli da questa ricerca personale.

Il vetro utilizzato nelle Abbazie è però di una qualità molto particolare. Secondo alcuni studiosi queste vetrate prive di decorazioni sono un vero e proprio prodigio di tecnica e di arte. Il vetro è bianco e incolore ma in realtà i vetrai dell’epoca crearono una pasta traslucida, con le sole risorse della sua cottura, con bolle e spessori svariati. Il risultato è che la luce assume un suggestivo colore madreperlaceo. Ma non solo: la luce viene catturata indipendentemente dalle condizioni atmosferiche esterne.


lunedì 26 settembre 2011

LE CAMPANE TIBETANE e i loro effetti sull'uomo


 


Le campane tibetane favoriscono la consapevolezza, l'armonia e l'evoluzione dell'uomo e sono, inoltre, strumento di contatto tra le dinamiche terrestri e le sfere celesti. La loro composizione deriva da una lega di sette metalli che sono in corrispondenza con i sette principali pianeti: proprio tali pianeti fungono da ponte tra l'uomo sulla terra e le stelle nell'universo. Il sottile suono delle campane produce un profondo effetto simpatico, andando a risvegliare le zone corporee più silenti, dove magari muscolature contratte, per effetto di stress differenti, hanno perso l'elasticità e la capacità di essere in armonia risonante con l'intero organismo. Il massaggio sonoro con le campane tibetane produce un effetto positivo sull'intero metabolismo cellulare: un primo riscontro facilmente percepibile avviene sulla qualità del sonno, che diventa pienamente rigenerante.


Riequilibrio dei chakra con le campane tibetane



Lo scorrere dell'energia all'interno del corpo fisico è regolato dal buon funzionamento dei sette chakra principali. Questi centri vitali necessitano di essere rigenerati e riequilibrati ogni qualvolta il nostro stato fisico e psicologico si debilita, segno della presenza di impurità energetiche nel flusso dei chakra.

Esistono diverse metodologie per rigenerare i chakra tra le quali la meditazione, l'uso di cristalli e pietre e l'uso delle campane tibetane.

Erzsèbeth Bàthory la contessa sanguinaria che ha alimentato la leggenda del vampiro.




Erzsébet Báthory, sicuramente la Serial Killer più spietata di tutti i tempi visto le oltre 650 vittime accertate, nacque nel 1560 da Gyorgy Bathory Ecsendy e Anna Bathory Somlyoi una delle più antiche e potenti famiglie della Transilvania. Era parente diretta dei regnati di Polonia e discendente del generale Steven Bathory che aiutò Vlad Tepes a riconquistare la Valacchia con sanguinosi e violenti massacri. La famiglia della Contessa era particolare: suo fratello era sessualmente insaziabile, suo zio adorava il Demonio e la moglie, lesbica, praticava la stregoneria. La morte in giovane età del padre (Elizabeth aveva 10 anni) e le violenze sessuale inflittegli dal nonno, le provocheranno degli squilibri, probabili cause dei suoi futuri comportamenti. Con l'adolescenza si dimostrerà anche promiscua, tanto che, a 14 anni, resta incinta di un contadino. A 15 anni sposa Ferencz Nadasdy, detto 'l'eroe nero d'Ungheria', rampollo di una delle più ricche e potenti famiglie d'Ungheria, matrimonio combinato dai padri dei due per non perdere l'eredità. Elizabeth ricevette, come dono di nozze, il castello di Cachtice e i diciassette villaggi circostanti. Dopo dieci anni di matrimonio aveva già dato alla luce quattro figli. Il marito era spesso assente a causa delle campagne militari così la Contessa per distrarsi si fece iniziare alle arti occulte dal suo servo Thorko, che diventò il suo amante e con il quale scappò per un breve periodo, facendo poi misteriosamente ritorno. Il marito la perdonò, ma tornata al castello iniziò a entrare in conflitto con la suocera. Nel 1604, dopo una lunga malattia del marito, rimase vedova. Cacciata la suocera iniziò a dedicare tutto il suo tempo alla magia nera.

L'ARTICO E LA TERRA CAVA di Daniela Bortoluzzi



Alcuni anni fa, dopo che un sottomarino statunitense aveva cercato di creare una mappa del fondo dell'Oceano Artico, il giornale "Nature" riportava la scoperta di due grandi vulcani sotto la massa di ghiaccio, dove nessuno aveva mai lontanamente sospettato prima. Si trovano alla profondità di due miglia e coprono un'area di circa 280 miglia quadrate di fondale marino....



Una team di ricercatori dell'Università di Tulsa con a capo Peter Michael, con l'obiettivo di scoprire cos'altro ci potesse essere sotto il pack artico, partì a sua volta in missione di studio a bordo di una nave rompighiaccio messa a disposizione dalla Marina Americana. Alla spedizione prese parte anche un'imbarcazione da ricerca tedesca, la "Polarstern".

Poterono studiare, oltre alla zona indicata da "Nature", anche la dorsale oceanica Gakkel, una catena vulcanica lunga 75.000 Km che si allunga per 1.800 Km sotto l'Oceano Artico, dall'estremo Nord della Groenlandia fino alla Siberia. Questa ricerca ha potuto svelare molti misteri di questa zona eternamente ghiacciata (che evidentemente non lo fu sempre), che rimane comunque la parte del pianeta meno conosciuta, per via delle enormi difficoltà legate al ghiaccio, che impedisce d'effettuare studi e ricerche con i consueti metodi.

Pensando che i due vulcani rilevati dal sottomarino fossero un'eccezione, la scoperta di altri dodici sulla dorsale Gakkel lasciò tutti sbigottiti, tanto più che la zona presentava un'attività tettonica intensa e perfino molte sorgenti d'acqua calda.

domenica 25 settembre 2011

CHIRONE E LA GUARIGIONE



Il pianeta Chirone è in realtà un asteroide e nell’attraversare lo zodiaco ora si trova nel segno dell’Acquario in congiunzione a Nettuno e al Nodo Lunare Nord. Chirone nell’Astrologia come ricerca interiore rappresenta la guarigione individuale e collettiva, favorendo tutte le cure olistiche, la medicina alternativa, le cure del corpo come il fitness, Pilates, Capuera, Yoga e Meditazione.

I LATI OSCURI DEL TERZO REICH di Stefania Maffeo


Fenomeni complessi come il movimento nazista ed il Reich hitleriano sono stati analizzati da ogni angolatura, ma è interessante riprendere un aspetto forse meno approfondito del nazional-socialismo, che andò oltre quelli che erano gli interessi volti a creare un grande impero millenario e che assunse contorni occulti, macabri, circondati da un alone di mistero, tali da alimentare, ancora di più, i lati oscuri del già tetro mondo della svastica.


Esoterismo, occultismo, astrologia, mistica esoterica, alchimia (i colori ufficiali del vessillo nazista sono i colori sacri dell’alchimia: nero, rosso e bianco): queste voci che si intrecciano intorno all’ideologia nazista fanno parte di una filosofia che ha contribuito in misura rilevante alla formazione culturale di Hitler e dei suoi gerarchi; queste espressioni di modi di essere e di tentativi di approccio alla realtà avevano caratteristiche differenziate, ma, al contempo, erano unite dal comune denominatore dell’irrazionalità.

LA MITOLOGIA NORDICA




Questa mitologia è figlia di quella germanica; comprende le leggende e i miti scandinavi riguardanti gli antichi eroi, gli dei, la creazione e la distruzione dell'universo. Essa ci fu trasmessa deformata dagli storici del Medioevo cristiano: è dunque impossibile determinare con sicurezza le credenze, i riti e le pratiche del paganesimo originario. È chiaro, tuttavia, che l'importanza degli dei e degli eroi variava conformemente ai tempi e ai luoghi.


Gran parte di ciò che sappiamo su tale mitologia ci è pervenuto attraverso la letteratura nordica antica, in particolare nell'Edda, che è la più antica produzione letteraria islandese, e in saghe posteriori. Alcuni frammenti di leggende sono conservati talvolta in antiche iscrizioni e in tradizioni folcloristiche successive.

In questa mitologia la guerra è considerata bella per se stessa, più che un mezzo per raggiungere la pace: solo i guerrieri che muoiono combattendo sono accolti nel regno dei beati dove possono continuare eternamente le loro gioiose battaglie; tutti gli altri, dopo la morte, vanno a finire in un mondo grigio e triste, dove non ci sono né gioie né dolori.

LA DANZA DELLA LUNA CRESCENTE





La luna crescente è la luna dinamica per eccellenza. Infatti, provenendo da un periodo di raccoglimento e riposo, è caratterizzata da un’energia frizzante, saltellante, giocosa e rappresenta il nuovo, la giovinezza e la primavera.

Durante questa fase ci sentiamo irrequieti, eccitati, attivi, con tanta voglia di fare. Siamo pieni di forza, desideriamo uscire, conoscere persone e situazioni nuove, sperimentare; siamo sensibili agli stimoli esterni e tutto può rappresentare per noi una possibilità di sviluppo.


Questa fase favorisce ogni processo di apertura ed è ideale per cercare, conoscere ed imparare: via libera dunque a tutto ciò che ci mette in contatto con l’”altro” o l’”altrove”, si tratti di viaggi, amicizie, studi, novità.

Durante questa fase tutte le strade sono aperte. Affiorano idee, progetti, si vagliano possibilità, si prendono in considerazione alternative senza alcuna esclusione. Il risultato di tanta apertura sarà nuova conoscenza, crescita, passaggio da uno stato di consapevolezza ad un altro, iniziazione. Ecco perché l’energia di questa fase concede il rinnovamento, la sensazione di poter fare ogni cosa, di avere molta forza, coraggio, energia selvaggia e indomita, forse anche senso di onnipotenza. E’ senz’altro un periodo molto bello, sia perché sembra di non avere limiti – del resto le idee non ancora confrontate con la realtà davvero non hanno confini – sia soprattutto perché, nonostante la forte socievolezza ed i numerosi contatti con gli “altri”, riusciamo a mantenere molto salda l’individualità e non ci lasciamo influenzare da nessuno: il desiderio di apertura e contatto con l’esterno è fortissimo, pur rimanendo superficiale, a livello di piacere della conoscenza, del confronto, della curiosità.

venerdì 23 settembre 2011

Superata la velocita' della luce

Attesa conferma. Hack, cadrebbe teoria di Einstein

Einstein
Einstein
I neutrini superano la velocità della luce. Lo dimostrano, a quanto si apprende, i dati del rivelatore Opera, dell'esperimento Cngs (Cern NeutrinoS to Gran Sasso), nel quale un fascio di neutrini viene lanciato dal Cern di Ginevra e raggiunge i Laboratori Nazionali del Gran Sasso, dell'Istituto nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

Dalla comunità scientifica non è ancora arrivata la conferma ufficiale, attesa molto probabilmente nelle prossime ore da parte del Cern. Se confermato, il risultato rivoluzionerà l'attuale concezione dell'universo. Rompe infatti uno dei capisaldi della fisica contemporanea, quello dell'impossibilità di superare la velocità della luce, previsto dalla Teoria della Relatività Generale di Einstein.

"La Cronaca di Akakor - parte VI" di Maurizio Rucco

 
Per leggere la Prima Parte        Clicca Qui... 

Per leggere la Seconda Parte   Clicca Qui...

Per leggere la Terza Parte         Clicca Qui... 
 
Per leggere la Quarta Parte       Clicca Qui...
 
Per leggere la Quinta Parte       Clicca Qui...
 
La Cronaca di Akakor è la storia degli Ugha Mongulala, come i nostri Primi Maestri discesi dal Cielo chiamarono il mio popolo. Tramite la Cronaca, viene rivelato ciò che per i barbari bianchi è nascosto e misterioso: il periodo in cui gli Dei erano sulla Terra, le dimore sotterranee lasciateci da Loro, le gesta di Ina il primo principe e diretto discendente, l'impero di Lhasa loro figlio, le grandi catastrofi, l'arrivo dei Goti con le loro navi, il declino dell'impero, l'alleanza con i tedeschi. 
 
Le schermaglie tra noi ed i bianchi continuavano incessantemente, anche se rare erano le grandi battaglie. Una avvenne nel 1936 d.C., quando una spedizione uccise tutta la tribù alleata dei Cuori Neri e ne saccheggiò le tombe in cerca d'oro; il nostro popolo gridò vendetta ed il principe Sinkaia si mise alla testa degli Ugha Moungulala e con guerrieri scelti attaccammo un villaggio di bianchi chiamato Santa Maria; uccidemmo tutti, solo tre donne scamparono all'attacco e furono fatte prigioniere, ma tre di esse annegarono nel fiume tentando di scappare.  
 

giovedì 22 settembre 2011

Satellite Uars cadrà sul nord Italia. La Protezione civile: "No all'evacuazione, servono misure di auto protezione"


Ma non doveva cadere solo negli USA?  Venerdi è DOMANI....Meglio tardi che mai le notizie vengono divulgate...


C'è anche l'Italia, o meglio il nord, sulla traiettoria del satellite Nasa Uars, Upper atmosphere research satellite, il veicolo spaziale che nel settembre 1991 fu collocato su un'orbita circolare in prossimità della navetta spaziale Discovery e i cui frammenti stanno per rientrare in collisione con l'atmosfera terrestre. Sulla base degli ultimi dati forniti dall'Agenzia spaziale italiana (ASI), la previsione di rientro sulla terra è centrata intorno alle 19.15, ora italiana, di venerdì 23 settembre, con una "finestra di incertezza" che si apre alle 13 del 23 settembre e si chiude alle 5 del 24 settembre. All'interno di questo arco temporale, spiega la protezione civile che ha riunito, d'intesa con l'Asi, il Comitato operativo per analizzare gli scenari relativi al rientro sulla terra del veicolo spaziale, "non è ancora possibile escludere la remota possibilità che uno o più frammenti del satellite possano cadere sul nostro territorio". 
 

mercoledì 21 settembre 2011

NON SOLO NAZCA: (RI)TROVATI COL SATELLITE MIGLIAIA DI GEOGLIFI IN MEDIO ORIENTE


Per accorgersi dell'esistenza della maggior parte dei geoglifi, l'umanità ha dovuto attendere di poter volare. Infatti, a parte quei pochi disegni terrestri noti da sempre, come ad esempio quelli nel sud dell'Inghilterra, pochi sanno che la prima volta che qualcuno potè vedere e far sapere al mondo delle "linee di Nazca" fu solo nel 1927 grazie al pilota RAF Percy Maitland, che volandoci sopra per caso scoprì con grande sorpresa i più famosi geoglifi del pianeta. 

In questi ultimissimi anni, anche grazie al numero crescente di satelliti in orbita intorno alla Terra, alla loro potenza di scannerizzazione, e all'utilizzo praticamente domestico con cui si può accedere ad essi, moltissime anomalie del suolo terrestre stanno saltando fuori un po' da tutto il mondo: in genere questo accade in seguito a studi e progetti di gruppi di ricerca archeologica e scientifica, ma come è successo recentemente capita talvolta che ad individuare resti di antichi insediamenti sconosciuti siano semplici appassionati intenti a scrutare il globo con Google Earth.

In un modo o nell'altro si è scoperto che l'arte di comporre geoglifi che sembrava un' eccentrica anomalia tipica di alcune culture antiche come ad esempio quella Nazca, fu in realtà un'usanza piuttosto diffusa, visto che ormai se ne contano diversi un po' dappertutto sul nostro pianeta. Gli ultimi in ordine di tempo sono stati individuati in alcunie zone desertiche del Medio Oriente, più precisamente in Giordania, Libia, Egitto e Arabia Saudita, ma come detto, se ne trovano praticamente in ogni continente, soprattutto in zone molto aride in cui il clima ha potuto risparmiarne le fattezze. In questo caso però non si tratta di qualche linea creata qui e là, ma come sostiene il prof. David Kennedy, docente di storia classica e antica all'University of Western Australia, nel solo Medio Oriente ci sono migliaia di questi "disegni", più o meno complessi, i cui particolari usciranno a breve in un suo articolo che sarà pubblicato sulla rivista "Journal Of Arechaelocigal Science".

Ma non doveva annunciare il 2012? Povera Elenin!

Doveva essere l’anticipo del 2012. I soliti giornali la davano come l’incubo dell’autunno. Molti ne avevano paura. E invece, non solo non farà nessun guaio, ma si è anche spezzata in varie parti e si sta disintegrando. Per le catastrofi è meglio aspettare il 2012

Si diceva di tutto e di più: la cometa Elenin colpirà la Terra, o disturberà la nostra orbita, o solleverà maree terribili, o interagirà con il nostro campo magnetico. Ovviamente erano tutte falsità inserite nel filone ormai ben noto, stile “Voyager”. Gli astrofili seri (e sono tanti) hanno continuato comunque a seguirla per motivi ben diversi dai pericoli incombenti, ma solo per svolgere un prezioso lavoro di ricerca. E hanno avuto ragione! Come spesso succede, la nostra cometa si è letteralmente disgregata a causa dell’avvicinamento al Sole. Volete una prova? Ecco due immagini riprese a distanza di qualche giorno.

Numerologia: Messaggio in codice per il 2011?


Quest’anno accadrà qualcosa di incredibile? Prima di svelare l’arcano, però, facciamo un breve viaggio nella storia di una dottrina antica e affascinante: la numerologia, una conoscenza mesoterica che studia vibrazione ed equivalenza simbolica dei numeri, e ha sempre avuto grande influenza sulla letteratura e la scienza.

Allo stato attuale delle conoscenze, i primi numeri scritti – o meglio incisi – risalgono a Sumeri e Egizi  (5000 anni fa): erano diversi da come li conosciamo oggi, dato che quelle civiltà utilizzavano simboli cuneiformi. 

I Sumeri erano già in grado di compiere operazioni matematiche complesse: risoluzione di equazioni, estrazione di radice e potenze di un numero. La prova dell’importanza che i Sumeri-Babilonesi conferivano al numero è data dal calcolo numerico degli Dei, dalla loro collocazione nel Pantheon associata ad un numero e dagli edifici sacri, costruiti in base a rapporti dimensionali fissi e segreti. 

Per molti studiosi il contenuto magico nei numeri rivela il destino dei singoli individui e della razza umana. Nel 325 d.C., l’impero Romano non diede spazio alla numerologia perché la dottrina era mal vista dalla chiesa, al pari dell’astrologia e delle divinazioni magiche: fu allora “assegnata” al campo delle credenze non accettate. In Medio Oriente – si pensa intorno al 1500 a.C., all’epoca dei primi stanziamenti delle tribù ebraiche – venne realizzato un sistema teosofico (dal Greco “dio” e “sapienza”) e filosofico: la Kabbalah, considerata la risposta di Dio alle domande dell’uomo, e basata sull’analogia numerica tra gli aspetti della vita umana e le leggi universali.

martedì 20 settembre 2011

Baba Vanga e il disastro nucleare di Fukushima


nube radioativa.jpeg

Nel 1989, la chiaroveggente bulgara Baba Vanga (1916 - 1996) aveva annunciato, la tragedia dell'11 settembre 2001 e aveva descritto gli attacchi suicidi contro le Torre Gemelle del World Trade Center di New York, con queste parole:
"Nel autunno del 2001, i nostri fratelli americani saranno attaccati da uccelli di acciaio, il sangue degli innocenti sarà versato ... "

Le profezie di Baba Vanga continuano a fare notizia, la scorsa settimana il quotidiano russo Komsomolskaya Pravda ne ha di nuovo parlato in un suo articolo in prima pagine.

Secondo il giornale, Baba Vanga avrebbe previsto un'apocalisse nucleare per il 2011, e qui ci siamo vicini!

Luce inspiegabile appare in Antartide. Nemesis?

Neumayer Station, Antartide

Per vedere il Video Clicca Qui...

Questo è un articolo apparso su The Hub Intel, scritto dal Dr. Segna Sircus, un collaboratore del sito, il 28 luglio 2011. Se le notizie e le osservazioni riportate dovessero essere confermate e accreditate, c'è da chiedersi veramente di cosa si tratta realmente. Sembra che comunque, e come viene consigliato nell'articolo, questi fenomeni ancora inspiegabili possono essere verificati di persona direttamente sul sito della webcam. Oggi non ho potuto controllare ma lo farò nei prossimi giorni ma intanto vi sottopongo l'articolo e il video. Ecco l'articolo:

Noi crediamo solo a ciò che vediamo con i nostri occhi, ma anche così, se non vogliamo vedere qualcosa non lo vedremo anche se è proprio lì.
Ultimamente ho fatto dei viaggi virtuali nel Circolo Polare Antartico, alla stazione Neumayer, sulla quale è puntata una webcam 24 / 7, ed è veramente difficile credere ai propri occhi vedendo quello che sta succedendo làggiù ai confini del mondo.

domenica 18 settembre 2011

L'ANIMA LUNARE dagli scritti di Samael Aun Weor




Il nostro pianeta ha un corpo vitale?Questo non lo si  puo negare,certo che lo possiede !Anche noi abbiamo una base vitale .Senza questa base vitale ,il corpo fisico non potrebbe esistere .
Nel momento della morte ,il corpo fisico  va al sepolcro,insieme al vitale.Questo corpo vitale si decompone lentamente davanti al sepolcro ,ed ha un colore fosforescente ,brilla come i fuochi fatui di mezzanotte.I veggenti solitamente vedono questo corpo  vitale di fronte  al sepolcro,mentre si decompone  lentamente ,nella misura in cui anche il corpo fisico si decompone .

Ripeto che il corpo vitale è la base della vita organica .Nessun corpo fisico potrebbe funzionare senza questo "nisus-formativus",senza questo corpo vitale che è cosi fondamentale  per la biologia ,la chimica ,la fisiologia ,ecc.Approfondire  questa questione è urgente ,indifferibile ,irrimandabile.
Inoltre ,come 'è questo mondo vitale?Perchè  se noi abbiamo  un corpo vitale ,anche il pianeta Terra lo possiede .Ovviamente il corpo vitale del pianeta Terra  è l'Eden ,il "Paradiso,la Terra Promessa" o quarta dimensione  della quale parla Mose' ,il gran cabalista Iniziato,il gran legislatore ebraico.....
Chi suppone che il "Paradiso Terrestre" si trovi ubicato  in questo o quel luogo della Terra ,è in errore.La spiegazione  che la Bibbia da' sui fiumi Tigri ed Eufrate ed il Paradiso li situato ,è completamente simbolica.Il Paradiso Terrestre  è il corpo vitale del pianeta Terra,è la sezione superiore  di questo mondo tridimensionale euclideo.Il corpo vitale terrestre  serve da base alla vita organica  di tutto il nostro pianeta Terra.


sabato 17 settembre 2011

"La Cronaca di Akakor - parte V" di Maurizio Rucco


 
Per leggere la Prima Parte        Clicca Qui... 

Per leggere la Seconda Parte   Clicca Qui...

Per leggere la Terza Parte         Clicca Qui... 
 
Per leggere la Quarta Parte       Clicca Qui...
 
All'inizio del millesettecento la guerra alle frontiere, ad ovest del nostro territorio attraversava un temporaneo periodo di calma. Gli Spagnoli erano stanchi delle terribili battaglie sopportate e rinunziarono a tentare d'insediarsi nella regione orientale delle Ande, tralasciando così d'attaccare Akakor; oramai v'era solo una vasta terra di nessuno sorvegliata solo dai nostri esploratori, ma, se e' vero che gli Spagnoli smisero d'attaccarci alla sinistra del nostro impero, non smisero da destra ed anzi, risalendo il Grande Fiume, raggiunsero gli accampamenti delle Tribù Elette nostre alleate, le quali, ricordando l'atroce fine degli Incas, divennero prudenti, ed evitarono lo scontro con il nemico in campo aperto ripiegando nella foresta, lasciando i villaggi deserti e colpendo poi con imboscate, così che i nemici trovarono solo macerie e dovettero patire i disagi della fame e della sete; la natura li uccise e noi contribuimmo con le nostre frecce avvelenate. 

Una conferma: in una città greca microchip per dipendenti comunali con la scusa che sono troppo fannulloni e scansafatiche


Microchip per controllare i dipendenti comunali
Traduzione automatica di google dell'articolo precedente

A conferma di quanto avevamo già scritto su questo blog poco tempo fa, ecco alcuni articoli della stampa greca che confermano la volontà dell'amministrazione comunale di Trikala di controllare con un microchip i propri dipendenti. 

 Traduzione dell'articolo Ελέγχουν υπαλλήλους με μικροτσίπ pubblicato sul sito news247

Kαλώς ήρθες Big Brother !!!!

Trikala. Utilizzare microchip col pretesto di verificarne l'assenteismo di funzionari comunali.

Il comune ha iniziato una ricerca di mercato per ottenere il miglior apparecchio ad un prezzo accessibile.

Ipnoterapista scettica conferma l’esistenza della reincarnazione



Huntsville, Alabama, Robyn Andrews, non è il solo Brian Weiss a testimoniare dei collegamente con le vite passate ma anche la dottoressa Andrews che nei suoi 35 anni di lavoro si è ritrovata varie volte in situazioni alquando inlogiche per una mente scentifica come quella di un ipnoterapista.

La dottoressa segue da molti anni pazienti che cercano di scoprire le loro vite precedenti sia per curiosità che per risolvere fobie di cui non si trova nessun nesso scatenante.

Una sera, sopra la casa della dottoressa sorvola un disco volante, lei si sveglia ed assiste ad una scena in cui il suo paziente in stato di trance impone le mani in alto verso il velivolo, pregando che la sua epatite infettiva venisse guarita, da allora guari completamente da un giorno all’ altro e la dottoressa ne fu testimone, da allora, la dottoressa scettica diventa credente.

Gli "Alieni" Pronti a Distruggere l'Umanità… Se Non Si Cambia




Gli alieni ci tengono d'occhio. Sono pronti ad intervenire contro di noi con armi chimiche. Perché? Secondo le civiltà aliene più sviluppate gli umani, bellicosi e poco rispettosi dell'ambiente e delle altre popolazioni, sono una minaccia per le intere galassie. L'avvertimento choc proviene niente di meno che dalla Nasa.
Il temibile avvertimento arriva nientemeno che dagli esperti della NASA. Non si tratta di uno dei tanti moniti elargiti da catastrofisti cronici, ma del risultato di uno studio fatto dagli scienziati del Planetary Science Division e dall'università della Pensylvania, poi pubblicato sulla rivista accademica Acta Astronautica. 
 
Secondo gli studiosi, che hanno cercato di mettere a fuoco quale scenario potrebbe aprirsi di fronte ad un contatto con gli alieni e quali potrebbero essere le loro intenzioni verso gli esseri umani, ne esce un preciso monito: o si cambia, o la Terra è destinata ad essere ripulita in maniera drastica, prima che divenga potenzialmente pericolosa per l'intera Galassia a causa dell'inquinamento che la attanaglia. 

La strada del ritorno. Labyrinth (1986) di Jim Henson.Di Andrea Occhino



                                                                                                                                                                          
....un film che ha profondamente colpito la mia fantasia di bambina,ho avuto anche la fortuna di vederlo appena uscito nelle sale ,dopo averlo appena rivisto ,voglio condividere con voi qualcosa su questo film 


Il tema della ricerca è frequentemente utilizzato nel genere fantasy, sia letterario che cinematografico, con risultati alterni. Non è infatti semplice sviluppare in modo interessante e profondo un viaggio, spesso finalizzato alla ricerca di un particolare oggetto dai poteri speciali, che coincida con il percorso iniziatico del protagonista.



Uno dei modelli del cammino alla scoperta del Sè è quello che accosta il mondo “reale” (inteso come quotidiano) a uno “fantastico” (inteso non come “irreale”, in quanto la realtà può essere soggettiva, ma piuttosto alternativo a essa). In campo letterario, gli esempî più conosciuti di questo modello sono indubbiamente Il Mago di Oz di L. Baum e Alice nel paese delle meraviglie di L. Carroll: in entrambi la protagonista attraversa una serie di riti di passaggio, scoprendo sè stessa e alcune verità del cammino esistenziale tramite il mondo fantastico nel quale viene temporaneamente a trovarsi. È dunque evidente la similitudine fra questi classici della letteratura fantastica e la trama di Labyrinth, a essi chiaramente ispirato, che sviluppa e arricchisce temi analoghi.



Lo scopo di Sarah, ragazza in bilico fra infanzia e adolescenza, è quello di attraversare il Labirinto per ritrovare il fratellino rapito da Jareth, Re dei Goblin; un’ardua impresa, dato che il Labirinto è un regno in continua trasformazione, colmo di sorprese, e la coraggiosa ragazza dovrà superare non poche prove. Raggiungere il centro del Labirinto significherà anche conquistare una nuova consapevolezza di sè stessa.

venerdì 16 settembre 2011

IL CORALLO E IL MITO DI MEDUSA di Antonia Bonomi

Cosa sia il corallo in natura lo sappiamo, è un animale, come sia nato ce lo racconta la mitologia greco-romana.








Medusa, una delle tre Gòrgoni e l’unica mortale ma fornita di poteri ben superiori a quelli delle sorelle, era una splendida creatura la cui bellezza esaltata da tutti le aveva dato alla testa, tant’è che si vantava di essere più bella di Atena. Poseidone se ne innamorò e trasformatosi in grosso uccello, infischiandosene della profanazione la portò nel tempio della dea per possederla. Sdegnata, Atena si vendicò di lei trasformandole i capelli in viluppi di serpenti, le spalancò la bocca con la lingua penzoloni in un ghigno orrendo, diede ai suoi occhi il potere di pietrificare quelli che l’avessero guardata.




Pèrseo, il “prestantissimo eroe” come lo chiama Omero nell’Iliade, raggirato da Polidette si assunse il compito di ucciderla, e in questo fu aiutato da Atena e da Mercurio che gli diedero alcuni consigli, oltre a regalargli la prima uno specchio (ma si dice anche il proprio scudo), per avvicinarsi a Medusa dandole le spalle per non essere pietrificato, il secondo una spada seghettata per tagliarle la testa e calzari alati. Come gli avevano detto gli dei, cammin facendo l’eroe incontrò le ninfe dello Stige che, oltre ad indicargli dove trovarla, gli fornirono uno speciale sacco per riporre la testa della Gòrgone. Decapitata che l’ebbe, dal primo fiotto di sangue uscito dal collo reciso nacquero Pegaso, il cavallo alato, e Crisaore figli Poseidone. Inseguito dalle altre due Gòrgoni immortali, grazie ai calzari alati Pèrseo si alzò in volo per tornare a casa e, mentre sorvolava le coste della Libia, le gocce di sangue che stillavano dalla bisaccia si trasformavano in vipere quelle che cadevano sulla terra e in corallo quelle che cadevano nel mare. La testa orrenda, splendidamente dipinta dal Caravaggio, finì come ornamento sullo scudo di Atena.


L'Irlanda Mediovale era in preda agli zombie?

In  Irlanda ,durante degli scavi svoltisi tra il 2005 e il 2009,sono stati ritrovati due scheletri umani ,sepolti con una grossa pietra nella bocca,risalenti al Medio Evo.Si credeva che in questo modo i due morti non sarebbero potuti risorgere come zombie e accanirsi contro le persone che odiavano  in vita o perseguitare coloro che avevano amato di piu'.

La scoperta è stata fatta dal team di archeology  di Chris Read ,dell'Instituto di Tecnologia in Sligo,Irlanda e da Thomas FInana dell'Universita di Saint Louis .

I corpi sepolti con due grosse pietre nere,della grandezza di un pallone di basket ball, spinte a forza in bocca (tanto da causarne lo slogamento delle mascelle),appertengono a due uomini,morti in due momenti diversi.

Tradizionalmente questo sistema era usato contro soggetti sospetti di vampirismo ,o che si temesse potessero risorgere come tali ,ma quest'uso inizia  nel 1500,momento in cui in Europa si diffonde il folklore del vampiro,a giustificazione delle morti "inspiegabili" avvenute invece in seguito ad epidemie.


Per questo ,si ritiene,che in questo caso ,lo scopo fosse quello di evitare semplicemente che i due uomini tornassero in vita dopo la morte ,come zombie o "revenants".

giovedì 15 settembre 2011

LA LEGGE DELL'OTTAVA



Tutto si muove, tutto cambia, si sviluppa o degenera, si rinforza o s'indebolisce, sotto l'azione di forze che mutano in modo discontinuo la loro intensità e la loro direzione.


"Tutte le cose conosciute si fondano sul numero,

poiché esso è tale che senza di esso

nulla potremmo né pensare né conoscere.

La natura del numero e dell'armonia

non ammettono alcun inganno

perché l'inganno non è loro proprio.

La natura dell'indeterminato e dell'impensabile

e dell'irrazionale porta l'inganno e l'invidia."


Filolao, "Frammenti"



Secondo un'antica conoscenza gli eventi procedono in base alla legge del Sette, o legge dell'Ottava.

Stando a questa legge, tutto nell'Universo si muove perché riceve un impulso che si propaga per onde in modo discontinuo. Esso infatti non si mantiene costante, ma muta, ad intervalli diseguali, d'intensità e di direzione.

Per comprendere bene il significato di questa legge, dobbiamo tenere presente che, secondo questa antica dottrina, tutto l'Universo è pervaso da vibrazioni che si propagano in ogni tipo di materia, dalla più sottile alla più grossolana, e in tutte le direzioni. Possiamo anzi dire che, l'Universo stesso consiste in vibrazioni.

martedì 13 settembre 2011

Scoperto mondo sotterraneo anteriore ai dinosauri


240 Milioni di anni fa ,la vita non si è sviluppata solo nel mare o sulla terra ,ma anche in intricate e complesse strutture sotterranee in Marocco.

Scoperte dalla Fondazione di Ricerca Tedesca e studiate dal paleontologo Voight e il suo gruppo di ricerca dell' Istituto di Geologia di TU Bergakademie Freiberg ,questo intricato e assai complesso gruppo di gallerie sotterranee è situato ad Argana in  Marocco.

 Si crede siano state realizzate da quadrupedi ,anteriori ai dinosauri ,allo scopo di proteggersi da predatori esterni o grossi sbalzi climatici.

Molly Miller,professoressa di scienze ambientali presso Vanderbilt University,sostiene che scoperta sia una prova fondamentale di come gia' 200 milioni di anni fa siano stati presenti forme di vita quadrupedi altamente sviluppate.

Leggi l'articolo intero in inglese su Andromedawaked-global

MICHAEL COHEN: ORA VI DICO QUELLO CHE SO - PARTE TERZA


TRATTO DA: Link
 
Per leggere la Prima Parte Clicca Qui... 
 
Per leggere la Seconda Parte Clicca Qui... 
 
Molte persone, dopo avere letto gli ultimi due miei articoli, mi chiedono se alcuni di questi dischi sono stati recuperati. Ebbene si, in alcune zone remote del Brasile e dell'Argentina, e in alcune parti in Asia.
La causa di questi incidenti, si ritiene che sia l'impatto devastante di questi velivoli nella nostra atmosfera.
 
Sembra che la civiltà che ci stà visitando, sia in grado di raggiungere la velocità della luce, ma questo modo di viaggiare non è affatto sicuro. Difatti, questo "viaggio" allungherebbe la vita in modo sproporzionata e del tutto innaturale degli esseri che ne facessero uso, quindi non si sa quanti esseri, che siano pure extraterrestri, siano in grado di assumere questo rischio.
 

Clamoroso, spunta una lettera scritta da John F. Kennedy dieci giorni prima di morire, per avere tutti i documenti riservati sugli UFO.


jfk_cool.jpg


Dieci giorni prima di essere ucciso a Dallas il 22 novembre 1963 John F. Kennedy scrisse una lettera alla Cia, finora inedita, per avere tutti i documenti riservati sugli Ufo.


La missiva, datata 12 novembre 1963, e' stata pubblicata dal Daily Mail ed e' stata ottenuta dal William Lester dalla Cia grazie al Freedom of Information Act per un nuovo libro su Jfk che sta scrivendo.


La curiosita' del presidente per gli Ufo non potra' non tornare ad alimentare le teoria cospirazionistiche.





Fonte: Link


Se vuoi leggere l'articolo in originale ed in inglese, e guardare la foto della missiva Clicca Qui...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...